Monthly Archives: agosto 2018

Un’incontornabile bellezza

Gus van der Baker lo chiamavano il negro blanco, perché era bianco come la porcellana ma giocava proprio come i negri. Estro, fantasia, immaginazione, gioia, follia, e un fisico che non lo abbattevi manco coi pallettoni da bisonte All'epoca i bianchi giocavano di tattica, di passaggi squadrati, semplici, precisi e efficaci. E generalmente vincevano. Troppo leziosi, questi negros. Troppo innamorati della palla e di mettersi in mostra. “Sono foche ammaestrate,” diceva Romulo, l'allenatore dell'Atletico Poochera. “Se volessimo mettere su un numero da circo faremmo il pienone, ma a calcio, cristo!, a calcio per vincere devi buttare la palla in mezzo a quei due fottuti pali.”

Read more
admin / 0