Monthly Archives: dicembre 2016

petrini
Carlo Petrini, chiedere scusa è coraggio e amore

Alzo le mani. Mi volto a destra e a sinistra. Sono disarmato, sono sconfitto, sono sotto accusa. Non riesco a mandare la palla in rete. Una maledizione. Un incantesimo. Ogni passaggio è fuori misura, ogni appoggio scarso, ogni tentativo di tiro goffo. Sono in mezzo al campo, sperso e solo. Alzo gli occhi e vedo il pubblico, i tifosi, le bandiere che sventolano in un’onda minacciosa. Mi odiano. Lo sento, lo percepisco. Mi odiano. Sono un attaccante che non serve a nulla, incapace, inconcludente. Come faccio ora? Cosa faccio? Come riconquistare la loro fiducia e in fondo anche la mia?

Read more
Claudia Moretta / 0
signorini
Gianluca Signorini, essere capitano

D'altronde, Bruno Lauzi e Paolo Conte ci avevano avvertito, Genova è un posto dal quale non sei mai sicuro di tornare veramente. È una città particolare, non è raro capitarci per caso e lasciarci il cuore. Genova è empatica, ti racconta di lei e delle sue mille storie, dei suoi vizi e delle sue virtù, mettendo perfino in discussione, come ebbe a dire Fabrizio De André in un celebre concerto, «cosa sia esattamente la virtù, e cosa sia esattamente l'errore». Genova non conosce storie banali, non racconta episodi fine a se stessi, Genova fa ridere, piangere, fa riflettere. Genova ti fa innamorare, e di lei un giorno si innamorò Gianluca Signorini, giovane difensore di belle speranze arrivato in città nell'estate del 1988. Il suo nome era finito in cima alla lista scritta sul taccuino di Franco Scoglio, un eroe in terra messinese fresco di stage dal colonnello Lobanovskyj.

Read more
Carlo Perigli / 0